Frascati, mercoledì 4 gennaio 2012 – Un altro importante impegno dell’Amministrazione Di Tommaso, dopo la delibera per la cessione degli immobili ad uso residenziale prenderà forma: con il voto favorevole della sola maggioranza martedì in Consiglio Comunale è stato approvato il progetto definitivo dell’ampliamento del cimitero, un’opera fondamentale del programma elettorale. «L’ampliamento del Cimitero rappresenta una necessità del Comune di Frascati anche in considerazione della difficoltà di rotazione nelle tumulazioni esistenti e della saturazione delle tombe nel cimitero storico – afferma l’Assessore ai Lavori Pubblici Romualdo Paoletti, che ha illustrato in Consiglio Comunale il progetto -. L’iter è iniziato nel 2006 con la pubblicazione del bando di gara, e nel 2008 è stato affidato l’appalto alla ditta vincitrice. Oggi siamo in grado di offrire ai nostri concittadini nuovi spazi, nei quali dare degna sepoltura ai propri cari defunti».

«Il progetto di grande valenza, iniziato con la precedente Amministrazione, per la cui approvazione si è avuto il contributo fattivo dei Capigruppo e dei Consiglieri di Maggioranza – dichiara il Sindaco Di Tommaso -, risponde a diversi obiettivi. Il primo è quello di conformare il nuovo impianto all’ambiente circostante, modellando le soluzioni all’andamento del suolo. Si è poi voluto ottimizzare, nel rispetto delle norme in materia, il numero di manufatti per sepolture realizzabili, prestando attenzione anche alle esigenze di decoro generali e di carattere ambientale. Particolare importanza è stata data, inoltre, ai servizi necessari per lo svolgimento delle funzioni cimiteriali e per i visitatori, a miglioramento ed integrazione di quelli già presenti».

«Per quanto riguarda la tipologia delle tombe – prosegue l’Assessore Paoletti – è stata preferita la realizzazione di un cimitero ipogeo, rivolto cioè allo scavo di percorsi e tombe quasi completamente realizzati a quote inferiori a quella di campagna, anziché in elevazione, così da mantenere la superficie di copertura a verde e di mitigarne l’impatto. La distribuzione delle tombe risponde a diverse tipologie: 2310 colombari (meglio conosciuti come fornetti), 88 tombe di famiglia di diversa tipologia (da 4 o 8 posti, fuori terra o interrati), ossari per complessivi 720 posti, 55 stele per le ceneri con 8 posti ciascuna, 277 posti per inumazione (244 per adulti, 33 per bambini inferiori a 10 anni). In totale, dunque, avremo 4319 posti in più nei quali dare degna sepoltura e ricordo ai nostri cari concittadini che non ci saranno più. L’ampliamento del cimitero era uno dei punti programmatici con i quali ci siamo presentati ai nostri concittadini e, come assessore dell’Amministrazione Di Tommaso – conclude Paoletti -, sono orgoglioso di poter contribuire alla realizzazione di un’opera strategica per la nostra città».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *