Frascati, mercoledì 11 aprile 2012 – Proseguono le attività culturali della Città di Frascati con un doppio appuntamento che vedrà protagonisti due grandi personaggi della Roma tra Settecento e Ottocento. La vita dell’omo, secondo Giuseppe Gioachino Belli e Bartolomeo Pinelli, mostra di stampe di Bartolomeo Pinelli a cura di Marcello Teodonio e Rosabianca Apolloni, che si inaugura giovedì 12 aprile 2012 alle ore 18,30 nelle Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati. La mostra sarà visitabile fino a lunedì 30 aprile. Prima dell’inaugurazione nella Sala degli Specchi di Palazzo Marconi, sede del Comune di Frascati, si terrà la conferenza pubblica dal titolo Er pittor de Trastevere – Giuseppe Gioachino Belli e Bartolomeo Pinelli, a cura di Marcello Teodonio. In occasione della XIV Settimana della Cultura, l’Istituto Nazionale perla Grafica ha concesso in prestito alle Scuderie Aldobrandini di Frascati dieci stampe di Bartolomeo Pinelli, scelte tra le collezioni dell’Istituto, promuovendo inoltre la pubblicazione del quaderno “La Vita dell’Omo” per l’Editoriale Artemide. In occasione della mostra il Prof. Marcello Teodonio, presidente dell’Associazione culturale Ettore Apolloni, massimo studioso del Belli e della letteratura romanesca, presenterà in un ciclo di tre incontri una sua ricerca su Belli e Pinelli, partendo proprio dalle stampe che l’Istituto Nazionale per la Grafica, che possiede matrici e stampe originali, ha prestato in occasione della mostra.

«Le Scuderie Aldobrandini di Frascati aprono il cartellone della stagione primaverile accogliendo nelle sale espositive due dei massimi esponenti della “romanità”, di quella cultura popolare che trae origine dal vissuto quotidiano di una Roma che, tra la fine del Settecento e la prima metà dell’Ottocento, è stata indimenticabilmente immortalata con il pennello di Pinelli e la penna del Belli dichiarano il Sindaco Stefano Di Tommaso e l’Assessore alle Politiche Culturali Gianpaolo Senzacqua -. La favorevole coincidenza che fece coetanei Bartolomeo Pinelli e Giuseppe Gioachino Belli ci ha dato la possibilità del felice accostamento proposto dalla rassegna che sottende anche quello tra Roma e Frascati, che spesso hanno condiviso momenti storici e culturali. Un ringraziamento va quindi alla Dott.ssa Maria Antonella Fusco, Dirigente dell’Istituto Nazionale perla Grafica e al Prof. Marcello Teodonio, tra i massimi esperti di Giuseppe Giochino Belli e Presidente dell’Associazione culturale Ettore Apollonj, fondata e portata avanti con grande amore e passione dalle nipoti Renata e Rosabianca, nostre concittadine, promotrici di questa importante iniziativa».

Bartolomeo Pinelli (1781-1835) fu il più noto e prolifico incisore romano dei decenni fra la fine del Settecento e i primi dell’Ottocento. Roma i suoi abitanti, i monumenti, gli usi e i costumi dei romani sono fra i temi più volte rappresentati. Giuseppe Gioachino Belli (1791-1863) è il massimo poeta in romanesco e in assoluto uno dei più grandi poeti di ogni tempo. La sua rappresentazione della vita di Roma non solo costituisce un quadro assolutamente verosimile della società dell’Ottocento, ma diventa anche al tempo stesso metafora potente e sempre attuale delle contraddizioni della vita, espresse e rappresentate con una strabiliante ricchezza di soluzioni stilistiche e formali, comiche e tragiche, ironiche e drammatiche, liriche e narrative. Gli incontri presentano la lettura commentata di alcuni sonetti raggruppati per argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *