Roma, martedì 10 aprile 2012 – «Fin dall’antichità il rapporto uomo/donna è sempre stato appeso a un filo». Inizia con questa premessa lo spettacolo Appese a un filo, che ha esordito mercoledì 28 marzo al Piccolo Teatro Campo d’Arte di Campo de’ fiori. Nello scenario suggestivo, intimo e familiare della sala vengono presentati sul palco tre sketch sulla storia di tre donne, delle loro relazioni con un ipotetico uomo e del loro rapporto col telefono in epoche diverse. E’ dunque il telefono il filo conduttore dello spettacolo. Nel primo sketch siamo nell’era dei cellulari visti come schiavitù emotiva. Si va poi a ritroso nel tempo passando per le cabine telefoniche degli anni 60’ e per i primi telefoni degli anni ’40. Ognuno di questi spezzoni è intervallato da uno stacchetto musicale, e sul finale per rimanere in tema “telefono” gli attori si esibiscono in Parole, parole, parole di Mina.

Ad interpretare le tre donne una dopo l’altra una bravissima Maria Antonia Fama, autrice nel 2010 del programma radiofonico Diario di un precario andato in onda su Radio3 e su Radio Articolo1 e diventato successivamente uno spettacolo teatrale. Al suo fianco a farle da spalla in Appese a un filo Alessandro Di Somma, attore insieme a Maria Antonia Fama nella compagnia Teatro della Giostra che ha portato in scena nel 2010 una versione moderna e musicata del Molto rumore per nulla shakespeariano. La regia dello spettacolo è di Velia Viti, che dopo esperienze come fonico e aiuto regista ha fondato nel 2009 l’Associazione Culturale Nero Artifex con la quale ha realizzato diversi spettacoli.

Il Piccolo Teatro Campo d’Arte che ha ospitato questo spettacolo nasce come Associazione Culturale nel 2007 con l’intento di creare un luogo dedicato alla realizzazione di spettacoli. La linea ideologica della Compagnia del Piccolo Teatro Campo d’Arte è quella del metodo Stanislavskij dell’Actor Studio, il laboratorio per la formazione dell’attore con sede a New York fondato nel 1947 e da cui sono usciti attori del carico di James Dean, Marylin Monroe, Robert De Niro, Meryl Streep e tanti altri. Il teatro al momento cerca spettacoli da inserire nella stagione 2012-2013 e affitta la sala per prove, concerti e piccole mostre. Appese a un filo, dalla durata di un’ora e mezza circa, sarà in programmazione fino al 1 aprile.

di Camilla Pascucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *