Roma, lunedì 12 settembre 2011 – A Venezia è stato inaugurato il 9 settembre scorso il sistema integrato di identificazione degli utenti delle reti che hanno aderito a “Free ItaliaWiFI”. Il progetto è stato lanciato il 30 novembre 2010 dal presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, con l’assessore della Regione Sardegna Mario Floris e l’assessore del Comune di Venezia Gianfranco Bettin.

Uno dei primi obiettivi delle tre amministrazioni promotrici del progetto e delle molte altre che hanno via via aderito, è stata la realizzazione di un sistema di integrazione delle reti WiFi, tale da permettere a tutti gli utenti registrati su una rete di avere accesso anche alle altre reti federate con le stesse credenziali. In pratica, significa che tutti gli utenti di provinciaWiFi che si trovano a Venezia o in Sardegna, ma anche a Torino, Genova e nelle province di Grosseto, Prato e Gorizia (anche se già molte altre città e amministrazioni italiane stanno facendo i primi passi necessari per attivare l’interconnessione così da essere integrate con Free Italia WiFi), possono navigare gratuitamente sulle reti WiFi delle rispettive amministrazioni utilizzando le stesse credenziali usate in provinciaWiFi. L’unica piccola modifica per gli utenti  “in trasferta” sarà l’aggiunta di “@provinciawifi” alla loro username abituale, tipicamente il numero di cellulare, continuando comunque a usare la stessa password. In sostanza quindi individuata la rete pubblica del luogo, se essa aderisce a Free ItaliaWiFi e quindi presenta il logo nella pagina di autenticazione, è possibile accedere al WiFi pubblico.

Tutte le reti federate si impegnano a garantire agli utenti almeno 300Mb di traffico e/o due ore di navigazione giornaliere gratuite, secondo quanto stabilito dall’ articolo 8 dei Principi della Federazione Free ItaliaWiFi. Questo risultato, fortemente voluto dalla Provincia di Roma, che è stata la promotrice originaria del progetto, è stato realizzato anche grazie al supporto tecnico del Consorzio Interuniversitario Caspur (www.caspur.it), che oltre ad essere il  partner tecnico per ProvinciaWiFi gestirà anche il nodo di interscambio nazionale di Free ItaliaWiFi.

«Con la soddisfazione di realizzare questo progetto di federalismo reale fra le amministrazioni italiane, proprio nel centocinquantenario dell’Unità di Italia, in ultimo – così Francesco Loriga, responsabile Provincia WiFi  -, voglio solo riportarvi alcuni dei principi fondamentali che ispirano il progetto Free ItaliaWiFi: gratuità del servizio, carattere no profit della rete, neutralità della rete, pubblicità dl servizio, conformità alla legislazione italiana…».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *