Roma, martedì 31 maggio 2011 – Tallinn, la capitale dell’ Estonia è una città medievale del XIV e XV secolo che ha  conservato intatto il suo fascino nei secoli. Il panorama architettonico è passato indenne attraverso i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Tra guglie gotiche, strade strette e tortuose, e grazie alle antiche mura della città fortificata, il visitatore ha l’impressione che il tempo si è fermato. Non a caso, il centro storico è stato proclamato patrimonio dell’UNESCO nel 1997. Dopo aver dichiarato la propria indipendenza dall’ URSS nel 1991, Tallinn è diventata uno dei più evidenti simboli in Europa di crescita turistica e di sviluppo amministrativo, commerciale e sociale. Il 2011 sarà un anno particolare per la capitale estone. All’arrivo dell’euro,  è seguita la nomina di capitale europea della cultura. Per l’occasione è stato organizzato un calendario di circa 7.000 eventi.

Il programma completo che comprende mostre, concerti, congressi, e tanto altro, può essere visionato sul sito www.tallinn2011.ee. Per chi riesce a sopportare l’intenso freddo, è consigliabile visitare la città durante il periodo invernale, in particolar modo a Natale,  per la suggestiva atmosfera fiabesca in una città ricoperta da un manto di neve e illuminata da luci e colori. Si assapora una sensazione di calore e di accoglienza  che contrasta con le rigide temperature invernali. Il centro storico, in questo stesso periodo ospita  il celebre mercatino di Natale chiamato dagli Estoni Jõuluturg, diventato uno dei più famosi di tutta Europa. Le bancarelle esposte in caratteristici  chalet in legno sono situate nell’antica Piazza del municipio, la Raekoja plats del XV secolo, addobbata di mille luci per l’occasione, uno dei principali “centri culturali” di Tallinn.

Per chi ha deciso di fare una tappa nella capitale europea del 201,  da non perdere il Palazzo del Municipio,originario del XIV secolo con colori e decorazioni medievali perfettamente conservati ; la Farmacia del Municipio risalente al XV secolo,  situata in uno degli angoli della Piazza Municipale,  è una delle più antiche farmacie ancora funzionanti in Europa; la Chiesa di St. Olav’s in stile gotico, fu costruia nel 1267 e dedicata al santo protettore dei naviganti, l’antico Re Norvegese Olav II; la Chiesa di San Nicola del XIII secolo al cui interno sono conservati capolavori  medioevali come l’altare di San Nicola che custodisce dipinti della vita del santo commissionati dal maestro di Lübeck, Herman Rode, e l’altare della Vergine Maria  commissionato da Bruges insieme al famoso dipinto ‘Della Danza Macabra’ di Berndt Notke di Lübeck. Lo splendido Museo d’Arte di Kadriorg è una tappa imperdibile per chi visita la città. Situato in un bellissimo palazzo in stile barocco con ricchi decori e giardini del periodo zarista fu fatto costruire nel XVIII secolo da Pietro il Grande in omaggio alla moglie Caterina I. Infine è possibile visitare il Museo di Architettura Estone di importanza internazionale che ospita una esposizione permanente della storia dell’architettura estone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *