Siena schianta la Virtus Bologna e continua nel percorso netto. A seguire importanti successi di Roma, Teramo e Treviso in vista delle Final Eight di Coppa Italia. In coda importanti successi per Biella e Rieti.

di Massimo Bononi
mbononi@lacittametropolitana.it

Roma, lunedì 05 gennaio 2009 – Il nuovo anno cestistico italiano si è aperto all’insegna del Basket Day, operazione voluta da Lega Basket e Sky, al terzo anno consecutivo. Dopo l’apertura di sabato sera a Bologna, tra Fortitudo e Cantù, grande spettacolo in questa domenica, anche grazie all’assenza del campionato di calcio che avrebbe portato via sicuramente seguito all’evento. Continua nella sua opera di dominazione Siena che in casa frantuma una delle sue ipotetiche avversarie, la Virtus Bologna, con imbarazzante facilità. Risponde presente Roma, corsara a Milano, con una grande prova di squadra, da sottolineare i successi di Teramo e Rieti, rispettivamente su Montegranaro e Caserta.

Prima vs Seconda
Come detto, sconcertante prova di forza dei campioni d’Italia contro la Vu nera, momentanea padrona del secondo posto in classifica. Mattatore della partita è, senza dubbio, Romain Sato che ha chiuso la sua mostruosa gara con 37 punti con 10 falli subiti e ben 56 di valutazione. Sulla sponda bianconera bolognese, il reintegrato Boykins, scusatosi dai compagni e perdonato dalla società, non riesce ad entrare mai nel vivo dell’incontro, totalizzando soli 6 punti, mentre le uniche note positive sono Vukcevic e Giovannoni.

Partite combattute
Nel prosieguo della domenica due match importanti con differenti obiettivi hanno allietato gli appassionati di basket, Biella – Ferrara per la salvezza e Avellino – Pesaro per la prossima Final Eight di Coppa Italia. Nella prima, importante successo casalingo dei piemontesi, trascinati da un napoletano verace come Valerio Spinelli, vera spina nel fianco della difesa estense. Oltre al play, che ha chiuso con 15 punti, ottime prove di Smith e Gist, rispettivamente con 19 (con 8 assist) e 23 punti. Ad Avellino, partita tirata fino alla fine, decisa dalla maggiore concretezza degli irpini nei minuti decisivi e conclusivi della partita. Decisivi per Avellino Tusek con 21 punti e Best con 8 e altrettanti assist, grande prova dall’altra parte per il redivivo Myers con 18 punti.

Salgono Teramo e Roma
Ottime prestazioni per Teramo e Roma che raggiungono Bologna e Treviso al secondo posto. A Porto S. Giorgio, vittoria sudata per Poeta e compagni dopo un primo tempo rivedibile. Proprio il play, insieme a Brown, la chiave di volta della partita: 18 punti per l’italiano, 19 per l’americano conditi con 5 rimbalzi. Nel derby delle metropoli, Milano – Roma, grande prova di squadra dei capitolini con cinque uomini in doppia cifra, con Jaaber sugli scudi con 23 punti. I meneghini, invece, male al tiro da tre (4/24) e con il solito Hawkins, grande ex della serata, con 22 punti ma molti dei quali a partita ampiamente conclusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *