Frascati (Roma), giovedì 16 giugno 2011 – Il calcio come linguaggio universale per la solidarietà e per ricordare. E’ stato questo il “Memorial Andrea Paladini”, seconda edizione del quadrangolare di calcio che ha visto ieri scendere in campo allo stadio “Amedeo Amadei” di Frascati le rappresentative cittadine di polizia, carabinieri, guardia di finanza e dei “comunali”, selezione di dipendenti, dirigenti e amministratori municipali. Un evento gioioso e solidale per ricordare Andrea, scomparso giovanissimo, figlio di Vincenzo Paladini, ispettore capo in forza al commissariato di polizia di Frascati.

«Andrea – ha ricordato l’ispettore capo Paladini – amava tantissimo il calcio. E’ bello ricordarlo così e pensare che, se lui può guardarci ovunque sia in questo momento, possa essere felice di essere ricordato proprio con un torneo di calcio. Mi ha fatto molto piacere che il sindaco mi abbia manifestato la volontà di ripetere questo memorial anche il prossimo anno».

Stefano Di Tommaso, primo cittadino di Frascati, ha infatti nell’occasione espresso la volontà «di fare di questo evento un appuntamento fisso per ricordare Andrea e per pensare alla solidarietà». Grazie alla generosità degli “atleti”, infatti, sono stati anche raccolti dei fondi da destinare ad una associazione di volontariato alla quale Andrea era molto legato.

Ma la solidarietà non si ferma qui. «Il prossimo 2 luglio – ha anticipato Matteo Filipponi, ex calciatore e ora consigliere comunale delegato allo sport – la nostra rappresentativa dei “comunali” tornerà in campo sempre per solidarietà». Allo stadio comunale “Otto settembre”, alle 16, è infatti previsto l’incontro di calcio con la Nazionale cabarettisti nell’ambito del progetto “Un calcio per andare a scuola», raccolta di fondi per la realizzazione di scuole in Africa. La manifestazione è patrocinata da Regione Lazio, Provincia di Roma e Comune di Frascati.

Il risultato sportivo, com’è sempre in questi casi, va in secondo piano. Comunque, tra divertimento, agonismo, sfottò e qualche raro ma apprezzabile gesto atletico, nonostante l’età certo non più “verde” di quasi tutti i protagonisti, il secondo “Memorial Andrea Paladini” ha incoronato vincitrice la squadra dei “comunali” (nella foto con, al centro, il sindaco Di Tommaso e alla sua sinistra l’ispettore capo Paladini) che in finale ha battuto la polizia per 2-0. Ai calci di rigore i carabinieri hanno invece avuto ragione della guardia di finanza per il terzo posto.

Di Massimo Marciano

Fondatore e direttore di La Città Metropolitana. Giornalista professionista, youtuber, presidente e docente dell'Università Popolare dei Castelli Romani (Ente accreditato per la formazione professionale continua dei giornalisti), eletto più volte negli anni per rappresentare i colleghi in sindacato, Ordine e Istituto di previdenza dei giornalisti. Romano di nascita (nel 1963), ciociaro di origine, residente da sempre nei Castelli Romani, appassionato viaggiatore per città, borghi, colline, laghi, monti e mari d'Italia, attento osservatore del mondo (e, quando tempo e soldi lo permettono, anche turista). La passione per la scrittura è nata con i temi in classe al liceo e non riesce a distrarmi da questo mondo neanche una donna, tranne mia figlia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *