Roma, mercoledì 15 giugno 2011- Un’azione incrociata tra volanti e commissariati di Roma, ha portato all’arresto, la scorsa notte, di cinque persone in diverse operazioni compiute nella Capitale.

Sono italiani i due rapinatori che a bordo di un veicolo hanno affiancato un giovane automobilista fermo al semaforo di via Maresciallo Pilsudski e minacciandolo con un coltello, l’hanno costretto a consegnargli la sua automobile. Impossessatosi dell’utilitaria, una Smart, sono scappati a gran velocità, ciascuno a bordo di un veicolo.

L’immediata telefonata al 113, da parte del ragazzo diciannovenne, ha permesso il tempestivo intervento del personale della sala operativa della questura che ha diramato le note di ricerca delle due vetture, mettendo in atto un dispositivo di chiusura delle possibili vie di fuga. In breve tempo l’auto rubata è stata individuata in via Buazzelli dagli agenti del commissariato San Basilio. Nelle vicinanze anche l’altro veicolo, individuato dagli agenti del commissariato Vescovio. I due malviventi, S.M. 38enne originario di Vipiteno, e B.R. diciannovenne romano, sono stati arrestati per rapina.

In via dei Volsci, invece, intorno all’una della scorsa notte, un ragazzo di diciotto anni ha fermato una pattuglia di agenti denunciando di essere rimasto vittima di una rapina. Ha riferito ai poliziotti che mentre stava camminando per strada, uno straniero gli si è avvicinato e con una mossa fulminea gli ha strappato la catenina d’oro che aveva al collo, causandogli anche una ferita. La precisa descrizione del malvivente, da parte del ragazzo, ha portato al suo arresto. Si tratta di un marocchino di ventuno anni, M.A.N., rintracciato dai poliziotti poco distante, quando ancora aveva tra le mani la refurtiva, che è stata restituita al proprietario.

E’ stato arrestato dagli agenti delle Volanti per tentato furto G.S. ventinovenne di Tivoli, sorpreso alle ore 2.30, mentre stava forzando lo sportello di un’auto parcheggiata in via Fulvio Maroi. I poliziotti, impegnati di pattuglia nelle vie del quartiere Aurelio, lo hanno bloccato ed arrestato in flagranza di reato.

All’Esquilino, in via Monte Oppio, A.S. marocchino di 37 anni, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Fermato per un controllo, ha reagito aggredendo gli agenti. Sono 5 le persone arrestate dagli agenti della questura nel corso di un’azione incrociata tra volanti e commissariati della Capitale per il contrasto ai reati contro il patrimonio messa a punto dalla questura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *