Panorama di Terracina

Una apatica città di confine. Due diverse ragioni divita. Tre omicidi in apnea. Un trentenne protagonista che non ha mai ucciso nessuno. E’ “Apnea”, romanzo d’esordio dello scrittore-attore di origini ciociare ambientato nella sua città, dove sarà presentato il prossimo 7 maggio

 


Panorama di Terracinadi Jlenia Bennati

redazione@lacittametropolitana.it


Terracina (Latina), mercoledì 29 aprile 2009 – Dopo lepresentazioni di Latina e Roma, e prima di presentarlo alla Fiera internazionale del libro di Torino il 14 maggio prossimo, Massimo Lerose gioca in casa la partita più importante, aspettandosi una grande risposta dal pubblico amico. Giovedì 7 maggio 2009 alle 18, all’Istituto tecnico commerciale “Arturo Bianchini” di Terracina, in via Marandola a Terracina, lo scrittore-attore Massimo Lerose infatti presenta il suo primo romanzo, “Apnea”, un giallo ambientato nella sua Terracina edito da Prospettiva Editrice.

Organizzato dalla Fidapa (Federazione italiana donne arti professioni e affari) in collaborazione con la biblioteca comunale “Adriano Olivetti", l’evento vedrà gli interventi della scrittrice Teresa Campi, di Fabrizio Gabrielli, caporedattore della sezione narrativa della rivista letteraria Prospektiva e dell’attore Giuseppe Ragone. Sarà inoltre proiettato il filmato promozionale firmato dal giovane regista terracinese Enrico Tribuzio.

 

Il giallo

Una apatica città di confine. Due diverse ragioni di vita. Tre omicidi in apnea. Un trentenne protagonista, Eduardo Scarpa, che non ha mai ucciso nessuno. Una stramba famiglia di artisti e un gruppo di amici teatranti post-adolescenti. A stravolgere lo stallo di queste vite felicemente normali lo strano omicidio di un professoressa d’inglese, le indagini di una commissario spudoratamente bella e quelle di un ispettore cinicamente pieno di sé. Le ricerche portano ad accusare Eduardo Scarpa ed i suoi amici. Ma altri omicidi attendono la sonnolenta Terracina, cittadina protagonista di un giallo che mescola il crudele divertimento di un serial killer alla cinica e beffarda casualità che può stravolgere una persona normale, che abita in una città normale e che fa una vita normale; troppo normale per passare inosservata alla casualità.

 

L’autore

Massimo Lerose nasce il 25 marzo del 1978 ad Alatri, in provincia di Frosinone. Cresce e si forma a Terracina, consegue la laurea in Arti e Scienze dello spettacolo alla Sapienzae studia  con alcuni dei più grandiscrittori del novecento, fra cui Vincenzo Cerami e Sergio Donati. Ha al suo attivo quattro cortometraggi presentati in vari festival e rassegne, tre commedie teatrali, diverse regie e moltissimi ruoli che lo hanno visto calcare le scene dei teatri di tutta Italia. Svaria dalla scrittura prettamente comica del cabaret all’italiana a quella più anglosassone della commedia degli equivoci, da quella intimista di alcuni suoi lavori per il cinema a quella realistica dei suoi racconti brevi. “Apnea” è il suo romanzo d’esordio.

Di Massimo Marciano

Fondatore e direttore di La Città Metropolitana. Giornalista professionista, youtuber, presidente e docente dell'Università Popolare dei Castelli Romani (Ente accreditato per la formazione professionale continua dei giornalisti), eletto più volte negli anni per rappresentare i colleghi in sindacato, Ordine e Istituto di previdenza dei giornalisti. Romano di nascita (nel 1963), ciociaro di origine, residente da sempre nei Castelli Romani, appassionato viaggiatore per città, borghi, colline, laghi, monti e mari d'Italia, attento osservatore del mondo (e, quando tempo e soldi lo permettono, anche turista). La passione per la scrittura è nata con i temi in classe al liceo e non riesce a distrarmi da questo mondo neanche una donna, tranne mia figlia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *