Dopo la TV e la carta stampata, ora, anche la radio si preoccupa dell’ambiente. LifeGate Radio, la prima radio che si tinge di verde e lancia il marchio Impatto Zero. Sviluppo sostenibile che fa da cornice ad una musica raffinata e senza tempo

di Roberta Marrocco
redazione@lacittametropolitana.it

Roma, martedì 27 aprile 2010 – "Suona per natura", è questo lo slogan della prima radio in Italia a promuovere uno stile di vita rispettoso dell’uomo e l’ambiente. Il primo network media e advisior per lo sviluppo sostenibile, dove le persone, il pianeta e il profitto vivono in armonia. Si parla di LifeGate Radio. "Le notizie sull’ambiente sono di solito relegate in coda ai notiziari, come se fossero notizie di secondo livello, accessorie. Noi invece siamo fermamente convinti che debbano essere al centro dell’informazione, ogni giorno, di continuo. I media devono contribuire ad alzare il livello di attenzione e di conoscenza". Sono queste le parole del direttore responsabile della radio, Stefano Carnazzi.  Musica di qualità di ieri e di oggi, programmi musicali, culturali e molto di più. Dal 2001 ad oggi sono oltre 600 le realtà che hanno aderito al progetto Impatto Zero, compensando le emissioni derivate dai propri consumi energetici e dagli eventi. I prodotti sul mercato con il marchio Impatto Zero sono più di 300 milioni. La TV ha cominciato nel 1981 (Linea Verde, Quark e poi Ambiente Italia fino a Pianeta Mare e Geo & Geo del 2003) a occuparsene. La radio, no. Il primo media ad andare on air è stato l’ultimo ad accorgersi del tema. LifeGate Radio è stata la prima emittente radiofonica a dare all’ambiente – alla qualità della vita in armonia con l’ecosistema – un posto centrale nella programmazione. Nata con un soave palinsesto musicale, nel 2004 era giunto il momento di commissionare la prima indagine di mercato AcNielsen sugli ascoltatori. La radio stava varcando i confini regionali, il portale si arricchiva di centinaia di articoli, era nato il magazine e soprattutto era stato avviato il primo progetto di consulenza alle aziende sull’eco-sostenibilità, Impatto Zero, creando nuove foreste.

Solo musica di qualità slegata dalle hit del momento, diversa dalla programmazione di altre radio, connotandosi come centro di riferimento per opinion leader. Ogni giorno si selezionano spunti e fatti da una rassegna internazionale di fonti, da Reuters-Planet Ark a Earthwire a Enn, impaginandoli però in modo da esaltare il lato positivo, costruttivo e fruibile per l’ascoltatore. Inutile citare fatti di cronaca già ripresi da altri media, emergenze, disastri, né ripetere nozioni noiose. La notizia viene mandata on air, pensando alla scelta costruttiva che l’ascoltatore potrà fare subito dopo e all’opinione che potrà maturare. Dare nuovi elementi, nuove prospettive. Questo nuovo modo di fare informazione rientra nella programmazione musicale di LifeGate Radio. Non scuote con violenza il mood creato dalla melodia, non grida, bensì suggerisce, consiglia, arricchisce. Una radio di nicchia, per un pubblico intelligente e attento a carpire ogni iniziativa e consiglio per un ambiente sostenibile. Buon ascolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *