Al Circolo degli Artisti hanno echeggiato suoni tra violini, chitarre, bassi e batteria. I NOBRAINO sono tornati a Roma per incontrare i loro fan, per la loro prima tappa del tour “NO USA! NO UK! NOBRAINO”. La prossima tappa importante a Cesena al Vidia Club e anche li non mancheranno i loro affezionati fan che non li lasciano mai soli
 
 
 

di Debora Belmonte
redazione@lacittametropolitana.it

Il 16 dicembre scorso, l’indie rock è stato protagonista sul palco del Circolo degli Artisti (Via Casilina Vecchia 42 – Roma). Ad aprire il concerto, alle ore 21, ci sono stati i “This Armony”, un connubio perfetto tra un violino, un basso, una chitarra e una batteria, che hanno unito suoni classici a quelli rock. Alle ore 22 sono saliti sul palco i “Nobraino”, per la loro prima tappa del tour “NO USA! NO UK! NOBRAINO”, – prodotto da MArteLabel -, sotto la direzione artistica di Giorgio Canali. I cinque romagnoli, capitanati dal folle Lorenzo Kruger, passeranno da un palco all’altro dell’Italia in compagnia dei loro fan e dei loro successi, alternandosi tra vecchi e nuovi brani come “La Giacca di Ernesto” ispirato alla più futile delle affermazioni: oggi sono contento di come sono vestito, “L’onesta monarchia di Luigi Filippo”, storia di un grande re che avendo raggiunto il massimo splendore rinuncia al trono per la noia di non poter più migliorare, “Succhiamilcuore” un brano di grande impatto ritmico con un testo ridotto a poche frasi ripetute e il nuovo singolo “Bifolco”, che può essere scaricato sul sito di MArteLabel e ascoltato su Radio Uno. «La musica che dialoga con teatro, clownerie, poesia in un gioco di rimandi e citazioni. E non manca una robusta dose di ironia.», ha scritto di loro Pietro D’Ottavio di Repubblica.

Un gruppo che nasce come squadra di basket negli anni Novanta. Nel 2006 abbandonano la carriera agonistica e sotto la produzione di Andrea Felli, esce "The Best Of Nobraino", disco che raccoglie i loro lavori dagli esordi sino al 2006. Nel 2008 calcano più di 200 palchi al fianco anche di artisti come Marta Sui Tubi, Roy Paci & Aretuska  e Morgana e a febbraio esce un nuovo disco “Nobraino Live al Vidia Club”, un live che raccoglie direttamente dal vivo le nuove idee del gruppo con 7 inediti e due particolari reinterpretazioni di "Morna" di Vinicio Capossela e "Ma che freddo fa" di Nada. Nello stesso anno ricevono i premi DemoRai e Sele D’oro (band rivelazione dell’anno per MArteLive) e al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza riscuotono grande successo con l’apertura del secret show del Teatro degli Orrori. Il 19 febbraio 2010 partecipano al dopo festival di Sanremo, e l’11 e il 12 marzo sono ospiti della trasmissione di Serena Dandini "Parla con me" andato in onda su Rai 3 per promuovere il loro nuovo disco. Ora non resta che salire a bordo di quel furgone che li farà viaggiare in tutta Italia su cui capeggia la scritta “NO USA! NO UK! NOBRAINO!”, una frase, un tormentone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *