Roma, sabato 22 ottobre 2011 – Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa con commozione e profondo rammarico la triste notizia della scomparsa di Antonio Cassese (nella foto), giurista di alto prestigio nell’area del diritto internazionale e protagonista della importante esperienza del Tribunale penale internazionale, in un messaggio ha espresso la sua sentita partecipazione al cordoglio dei famigliari e del mondo degli studi. «Antonio Cassese – ha scritto Napolitano – è stato un maestro di cultura giuridica e un esempio di impegno civile al servizio della causa della giustizia, della democrazia e dei diritti umani».

Cassese, docente di diritto internazionale all’Università di Firenze, è morto nella notte nella sua casa nel capoluogo toscano. Aveva 74 anni, essendo nato ad Atripalda (Avellino) nel 1937. Era fratello di Sabino, giudice della Corte costituzionale dal novembre 2005, e figlio di Leopoldo, storico e archivista.

Di Massimo Marciano

Fondatore e direttore di La Città Metropolitana. Giornalista professionista, youtuber, presidente e docente dell'Università Popolare dei Castelli Romani (Ente accreditato per la formazione professionale continua dei giornalisti), eletto più volte negli anni per rappresentare i colleghi in sindacato, Ordine e Istituto di previdenza dei giornalisti. Romano di nascita (nel 1963), ciociaro di origine, residente da sempre nei Castelli Romani, appassionato viaggiatore per città, borghi, colline, laghi, monti e mari d'Italia, attento osservatore del mondo (e, quando tempo e soldi lo permettono, anche turista). La passione per la scrittura è nata con i temi in classe al liceo e non riesce a distrarmi da questo mondo neanche una donna, tranne mia figlia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *