Caterina Sagna, Sutta Scupa, Compagnia La casa d’argilla, Lisa Ferlazzo Natoli sono solo alcune delle interessanti proposte di questa nuova stagione. Da non perdere l’Avanspettacolo della crudeltà di Andrea Cosentino 

di Federico D’Andrea
fdandrea@lacittametropolitana.it

Roma, 8 gennaio 2009 – Continua dalla prima parte

Il calendario degli eventi prosegue il 7 marzo con Caterina Sagna  che propone "Relazione Pubblica", uno spettacolo di danza che affronta con ironia pungente alcune delle ipocrisie del mondo dello spettacolo. Si prosegue il 14 e 15 marzo con la compagnia teatrale siciliana Sutta Scupa, che con "Rintra ‘u Cuòri" racconterà la triste storia di Sacco e Vanzetti, attualizzandone anche i contenuti. Il 21 e 22 marzo ritornano le proposte di ZTL-pro con "Foto di gruppo in un interno" rappresentazione dedicata alle marginalità realizzata della Compagnia La Casa d’argilla e da Lisa Ferlazzo Natoli.

Sicuramente molto attesa sarà la 6a edizione di "Cortoons", in programma dal 25 al 29 marzo: il Festival Internazionale del Cortometraggio di Animazione sarà articolato in cinque giorni interamente dedicati a proiezioni, retrospettive, seminari ed eventi speciali. Torna il 4 aprile sul palco del Palladium Caterina Sagna con "Sorelline", performance di danza che prendendo spunto dal romanzo di Louisa May Alcott "Piccole donne", cerca di scovare le ipocrisie che si nascondono dietro le rappresentazioni familiari. L’8 e il 9 aprile Antonio Tagliarini e Daria Deflorian (per ZTL-pro) propongono "From A to D and back again" un "non omaggio" ad Andy Warhol, un’occasione per riflettere sulla solitudine, la stupidità e la musica.

{mosimage}Si prosegue il 18 e il 19 aprile con quattro eventi organizzati dalla Fies Factory One: la prima serata saliranno sul palco la compagnia Dewey Dell con "à elle vide" e Sonia Brunelli con "Barok. Overwrite mechanism", mentre nella seconda avremo "La timidezza delle ossa" della compagnia Pathosformel e "Post-it" realizzata da Teatro Sotterraneo. Il 23 aprile si festeggerà, in collaborazione con il XI Municipio, il 64° anniversario della Liberazione; mentre il 7 maggio sarà lo stesso Municipio a promuovere una serata di sensibilizzazione pubblica sulle difficoltà che incontrano oggi gli ex detenuti per reintegrarsi nella società.

Il 9 maggio la musica sarà al centro grazie alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio, una festa che vedrà esibirsi svariate orchestre e numerosi gruppi musicali. Dal 15 al 24 al via la terza edizione del "Festival Teatri di Vetro", manifestazione che si propone di mettere in contatto le compagnie teatrali del territorio con i direttori dei festival e dei teatri. Durante l’iniziativa (con la collaborazione di ZTL-pro) sarà possibile assistere a "Bugimirò" curato dalla Non Company con Alessandro Pintus e "h10/h11 Birthday Party" della compagnia ZDDNTR.
 
Non va tuttavia dimenticato che il teatro Palladium nasce come laboratorio culturale e spazio di dibattito dell’Università Roma Tre. E proprio l’università e i suoi studenti saranno protagonisti in alcuni eventi culturali che si snoderanno per tutta la stagione. A cominciare dall’Orchestra Roma Tre, con il suo repertorio di musica classica e contemporanea (qui il calendario degli eventi); e come il "Dams Teatro", evento che dal 3 al 5 giugno darà la possibilità agli studenti di portare sul palco le proprie opere teatrali.

Da non perdere anche la 5a edizione del Roma3 Film Festival, manifestazione realizzata in collaborazione con l’università, che dal 26 al 28 maggio darà la possibilità a giovani cineasti e filmakers di presentare i loro progetti (corti e medio-metraggi) che comprenderanno tutti i generi cinematografici. A questa iniziativa si aggiunge la 6a edizione di Radio 3 Scienza, che quest’anno sarà interamente dedicata alla figura e agli studi svolti da Charles Darwin (dal 25 marzo al 2 aprile).

{mosimage}Da segnalare infine "Avanspettacolo della crudeltà" di Andrea Cosentino, uno spettacolo di breve durata, che aprirà ogni serata del Palladium: nel foyer del teatro l’attore, prendendo anche spunto dalla serata in programma, affronterà i temi di attualità con piglio ironico e a volte grottesco. Dopo la pausa estiva si ritorna a settembre per l’8a edizione del Festad’Africa Festival, una rassegna dedicata alla danza, alla musica e alla nuova drammaturgia africana. Conclude la stagione il Romaeuropa Festival 2009, il consueto appuntamento che tra l’autunno e l’inverno coinvolgerà il Palladium in numerose iniziative che toccheranno tutti i campi artistici.

Per tutte le informazioni:
www.teatro-palladium.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *