Tra novità e tradizione al via la 15° edizione del Festival, dal 27 al 31 maggio

di Daria Ronzolani
redazione@lacittametropolitana.it

Roma, martedì 26 maggio 2009 – Saranno le note allegre della banda cittadina, in giro per il paese, a dare il via alla XV edizione de La Cittadella del Corto, Festival internazionale del Corto di Fiction, che si svolgerà a Trevignano (Roma) dal 27 al 31 maggio 2009. Un festival che si caratterizza come di consueto per l’alta qualità delle opere in concorso, specie quelle internazionali, che sia pure nello spazio breve del loro arco narrativo, riescono a descrivere con efficacia alcuni aspetti di un disagio sociale del paese che rappresentano. Vedi il tedesco Limbus, qui presentato in anteprima mondiale, o il finlandese Two Birds, giovanissimi tarpati nella loro purezza o il palestinese Lash Sabreen, dove una guerra d’odio infinita condiziona ogni speranza ed ogni sentimento.

In Italia il tema ricorrente non poteva che essere il precariato giovanile, la mancanza del lavoro come amaramente ben racconta il film pugliese Tutto bene. Ma la vera novità di quest’anno è che, oltre alle tradizionali sezioni in concorso, si aggiungerà una sezione dedicata ai non professionisti italiani tra i 18 e i 25 anni che saranno in concorso nella sezione 0 Budget=1000 Idee che prevede un premio di 400 euro per la migliore opera. Per quanto riguarda la consueta retrospettiva dedicata ad una cinematografia straniera, quest’anno è la volta dell’India, che celebra il 60° anniversario della sua indipendenza.

Infine, grazie al lavoro di nuovi e validi collaboratori, e all’intervento di nuovi sponsor, gli organizzatori di questa edizione hanno voluto incentivare le manifestazioni collaterali del Festival. Dallo spiritoso Red Carpet (previsto per venerdì 29 alle ore 20) che, con la presentazione di tutti gli ospiti, italiani e stranieri, intende in qualche modo scherzare sulle passerelle dei grandi Festival Internazionali, fino alla prima edizione del premio letterario "Larthia", che l’omonima associazione femminile assegna quest’anno (domenica 31 maggio alle ore 12 nella sala del Consiglio Comunale) alla scrittrice siriana Salwa Al-Neimi,  autrice del libro La prova del miele, grande successo internazionale, presente a Trevignano nei giorni del festival e di cui presiederà la Giuria Internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *