L’anticipo di oggi vede impegnate Inter e Atalanta in una sfida importante sia per lo Scudetto che per la salvezza. La Roma domani dovrà vedersela contro la sorpresa Samp, quarta in classifica. La 35a giornata registra anche Palermo-Milan, Genoa-Lazio e Juventus-Bari. Balotelli messo fuori squadra

di Massimiliano Bianconcini
redazione@lacittametropolitana.it

Roma, sabato 24 aprile 2010 – Riparte la sfida scudetto tra Roma e Inter, dopo la Champions League e la Coppa Italia (che vedrà di nuovo contrapposte le due più forti squadre del Campionato). Il confronto a distanza della 35a giornata lo aprono i nerazzurri che affrontano l’Atalanta. Una partita importante per entrambe le squadre. I milanesi devono riprendersi il primo posto e volare con la mente sgombra a Barcellona per il difficile ritorno di coppa contro la squadra di Guardiola. L’Atalanta deve pensare a salvarsi. Terz’ultimi in classifica con 34 punti, i bergamaschi devono uscire con un risultato positivo dalla difficile trasferta di Milano. Un’impresa quasi impossibile, anche se Mourinho schiera a centrocampo le seconde linee. Intanto esplode un nuovo caso Balotelli. L’attaccante è stato messo fuori squadra per evitare che ci siano ripercussioni all’interno dello spogliatoio, dopo quanto avvenuto martedì scorso nella partita con il Barcellona.

La Roma dal canto suo ha una partita ostica da affrontare contro la Sampdoria di Del Neri che, quarta forza del Campionato con 57 punti, si giocherà il tutto per tutto per l’accesso alla Champions League. Per questo Ranieri fa bene a temere i blucerchiati. Da questa sfida si vedrà la maturità di entrambi gli schieramenti. “Noi e la Samp siamo le due sorprese di questo campionato, siamo entrambe in un buon momento di forma e stiamo portando avanti un gran lavoro – ha dichiarato questa mattina il tecnico giallorosso in conferenza stampa -. Sarà una gara difficilissima, anche perché loro hanno un calendario duro e se vogliono davvero andare in Champions League dovranno fare punti ovunque”. Il Capitano giallorosso dovrebbe essere in campo dal primo minuto. Ma l’arma in più di questo rush finale sembra essere Jeremy Menez, che il tecnico romano ha saputo valorizzare e rilanciare in Campionato.

Tra le altre partite della giornata da registrare Palermo-Milan in chiave Champions e Genoa-Lazio in chiave salvezza. I rosanero, a due lunghezze dalla Samp, devono superare il Milan e sperare che un pareggio o una sconfitta li rilanci nella zona calda della classifica. Per la squadra di Leonardo sembra ormai più difficile la rincorsa allo Scudetto. I 64 punti ottenuti finora e un finale di Campionato senza sussulti, con la possibilità di giocare l’anno prossimo nell’Europa che conta, gettano una luce diversa sulla sua prima stagione da allenatore. Ha saputo contenere con personalità le pressioni, soprattutto interne, e portare la squadra con autorevolezza in Champions, nonostante i tanti infortuni. La partita della Lazio è fondamentale per la salvezza. Nel turno successivo avrà di fronte l’Inter e quindi è preferibile fare più punti possibile in questa giornata. A Marassi si troverà di fronte un Genoa che non ha quasi più nulla da chiedere al Campionato. La vecchia Signora si dedica al mercato e forse lascia cadere una volta per tutte le speranze di un quarto posto in fondo immeritato. Blanc perde potere, ma sono tutte sue le colpe per questa annata disastrosa. L’arrivo di Beppe Marotta è ormai dato per scontato, anzi già parla da juventino. Contro il Bari è comunque una questione di prestigio e la mente sgombra da ansie di piazzamenti potrebbe essere il miglior tonico della stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *