Da maggio 2009 professionisti del settore risorse umane offrono la loro esperienza gratuitamente. Attraverso il sito www.jobangels.it danno consigli a chi è in cerca di lavoro. In continua crescita le domande di "aiuto"

 

di Alberto Santagati
redazione@lacittametropolitana.it

Roma, giovedì 2 luglio 2009 – L’aiuto per la ricerca di un’occupazione arriva da sconosciuti che non chiedono nulla in cambio. Dei veri e propri angeli del lavoro, infatti, mettono a disposizione degli utenti la personale esperienza e offrono un qualificato supporto a chi ne faccia richiesta direttamente dal sito web www.jobangels.it. Nato due mesi fa, appositamente il 1 maggio, in occasione della festa del lavoro,  questa nuova community on line è  un social network pensato e creato da alcuni professionisti che operano nel settore delle risorse umane, in risposta alle sempre più numerose richieste di aiuto, giunte loro da persone in cerca di lavoro. Nel sito si descrivono come  ”Professionisti delle risorse umane, addetti al personale, coach e formatori, consulenti di carriera, manager, impiegati”. Insomma, uomini e donne che hanno deciso di condividere le loro competenze e le loro informazioni con coloro che sono in cerca di occupazione. L’aiuto che offrono va dall’assistenza nella redazione del curriculum vitae, alla simulazione di un colloquio di lavoro. Inoltre, segnalano le opportunità di impiego più vicine alle caratteristiche dei richiedenti e danno consigli a chi ne ha bisogno, il tutto in modo assolutamente gratuito.

“La nascita dell’iniziativa – spiega Massimo Rosa, fondatore del progetto – è stata dettata dall’esigenza di organizzarsi al meglio per rispondere efficacemente alle numerose richieste di aiuto che affollavano le loro caselle mail. Poiché era diventato difficile riuscire singolarmente a rispondere a tutti si è pensato di coordinare un gruppo di persone che potessero insieme rispondere almeno al 50% delle domande, obiettivo minimo degli angeli”. Il metodo che si è applicato è stato quello di far scrivere, nel proprio website, una richiesta di aiuto di un massimo di 500 caratteri chiamata “help”. I circa 50 angeli aderenti all’iniziativa almeno una volta al giorno, a seconda degli impegni, tentano di rispondere in modo chiaro e preciso. Importantissimo, e regola assoluta, è che vengano fornite informazioni soltanto nell’ambito in cui si abbia competenza, in modo da evitare depistaggi o risposte errate.

La community ha reagito positivamente all’iniziativa – continua il coordinatore – Sono numerose le richieste che ci pervengono ma, purtroppo, il reclutamento degli angeli-consulenti non va di pari passo, quindi ultimamente stiamo riducendo la pubblicità del progetto per riuscire a mantenere uno standard di risposte soddisfacente. Nel sito in 2 mesi di attività si possono contare 2009 “help”, una cifra che conferma le affermazioni del fondatore del social network e l’interesse di una comunità formata da giovani in cerca di assunzioni, ma anche da professionisti che hanno perso il proprio impiego. “Aiutare la gente è molto gratificante e chi ha richiesto aiuto ha dato un ottimo feedback anche nelle pagine del sito. Il rammarico – conclude Massimo Rosa – è che iniziative del genere siano realmente poche e che gli utenti rarissime volte abbiano incontrato gente così disponibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *