La locandina dello spettacolo
Da oggi fino al 25 gennaio al Rialto Santambrogio sarà di scena "La Stravaganza, secondo capitolo dell’Eptalogia di Hieronymus Bosch" una rappresentazione scritta da Rafael Spregelburd

La locandina dello spettacolodi Federico D’Andrea
fdandrea@lacittametropolitana.it

Roma, 21 gennaio 2009 – Può il debutto nazionale di uno spettacolo partire dal suo secondo capitolo? Dipende. Nel caso de " La Stravaganza" scritta dall’autore argentino Rafael Spregelburd certamente sì. Questo, infatti, è il secondo capitolo dell’“Eptalogia di Hieronymus Bosch" che trae profondamente spunto dal quadro "La tavola dei sette vizi capitali" dipinta proprio da Bosch. I motivi che hanno portato a questo tipo di scelta li spiega la stessa regista Manuela Cherubini: "Come nel quadro di Bosch, l’ordine nel quale lo spettatore sceglierà di vedere le opere inciderà sulla sua visione di ognuna di esse e sull’insieme dell’opera stessa. In una sola parola: arbitrio".


Detto questo, viene da chiedersi perchè Spregelburd si sia ispirato proprio al quadro dell’artista fiammingo, e se ci sono delle analogie tra i sette vizi capitali illustrati nel dipinto con la società moderna. Pronta la risposta del drammaturgo argentino, che paragona il Quattrocento (periodo al quale risale il quadro) con l’epoca attuale. In quel momento storico il mondo attraversava una profonda crisi di valori data dalla scoperta di un intero continente dove nessun uomo conosceva Dio. Così oggi, dove tutti i di valori universalmente conosciuti sono costantemente messi in discussione da fattori come la globalizzazione e il forte potere dei media a livello mondiale. Gli "attuali" vizi capitali sono secondo Spregelburd l’Inappetenza, la Modestia, la Stupidità, il Panico, la Cocciutaggine, la Paranoia, e appunto, la Stravaganza che è associata all’Invidia.

La trama
Lo spettacolo porta sul palcoscenico la storia di tre sorelle gemelle, una delle quali è stata adottata. Entrambi i genitori si sono sempre rifiutati di svelare quale di loro non fosse realmente loro figlia, ma adesso che la madre sta per morire a causa di una malattia genetica è giunto il momento di scoprire la verità.

L’allestimento di questa rappresentazione che da oggi fino al 25 Gennaio sarà proposta al Rialto Santambrogio è stata realizzata in collaborazione con Psicopompo Teatro, e vedrà come unica interprete l’attrice Simona Senzacqua. Il 25 Gennaio, alle ore 19.00, al Rialto ci sarà anche un incontro aperto al pubblico con l’autore Rafael Spregelburd.

Per informazioni: www.rialtosantambrogio.org/ la stravaganza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *