Al teatro di Campo dei Fiori va in scena dal 15 al 18 gennaio la sorprendente pièce "Attrice" di Federica Bisegna
 

di Lilly Amato
redazione@lacittametropolitana.it

Roma, venerdì 16 gennaio 2009 – La Compagnia G.o.D.o.T di Ragusa "GiocovveroDivertimentovveroTeatro" presenta domani al Piccolo Teatro Campo d’Arte la brillante one woman show L’Attrice, scritta e interpretata da Federica Bisegna, per la regia di Vittorio Bonaccorso e con musiche di Graziano Raniolo al sax soprano. Federica Bisegna, attrice teatrale dal ’90, ha preso parte ad esperienze cinematografiche tra cui "Colpo di luna" di A. Simone, con Nino Manfredi, Premio internazionale al Festival di Berlino. Vittorio Bonaccorso, anche lui attore teatrale dal ’90 e scenografo, è intervenuto in diversi film e cortometraggi, nonché nella fiction televisiva "Il capo dei capi".

Nel 2005 nasce la rassegna teatrale Palchi DiVersi, per la direzione artistica di Bisegna e Bonaccorso. Mentre a Ragusa il teatro professionale stenta ad affermarsi, l’iniziativa della Compagnia G.o.D.o.T riscuote grande successo di critica e pubblico. Tra gli spettacoli proposti si ricordano: "Non era la V era la IX", "Ti è piaciato? Spettacolo di varietà", "Lumie di Sicilia", "Un prestigiatore molto mago". L’Attrice è un monologo ispirato ad un pezzo di Aldo Nicolaj, drammaturgo italiano recentemente scomparso, e vuole essere un resoconto divertito del mestiere dell’attore, in una continua autoironia, ammettendo allo stesso tempo verità scottanti. Il personaggio di Federica Bisegna, Anastasia Goffredini, è un’attrice disoccupata e alla ricerca di assunzione.

L’interprete mostra le sue straordinarie capacità nell’interagire con il pubblico e l’abilità fregoliana di cambiare veste e linguaggio nei tempi stretti di una fuga dietro il separé. Così riesce a suscitare sorrisi, senza mai discostarsi dall’attualità. Lo spettacolo, che ha già riscosso un notevole successo dal 2006 in alcuni teatri siciliani, vuol rispondere all’interrogativo: "Cosa significa essere attori oggi?". E’ un dilettevole backstage dell’attraente ed incerta professione dell’attore, dipinta come sempre più difficile attività in cui sogni ed aspettative si infrangono in una dimensione poco attenta al mondo dell’arte. Il Piccolo Teatro Campo d’Arte, nato come associazione culturale nella primavera del 2007, si distingue per essere rappresentato ed animato da uno spirito che si riconduce ad una celebre frase di Madre Teresa di Calcutta: "Non possiamo fare grandi cose per questo mondo, ma piccole cose con grande amore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *