Il film di Marco Chiarini vince il Premio internazionale della giuria alla 20°edizione del Cairo Film Festival for Children. Un sorprendente capolavoro indipendente al Nuovo Cinema Aquila di Roma fino all’8 aprile. Da vedere

di Lilly Amato
lamato@lacittametropolitana.it

Roma, lunedì 22 marzo 2010 – L’Uomo Fiammifero, il film per bambini, diretto da Marco Chiarini e ambientato nelle campagne teramane, ha vinto il Premio internazionale della giuria alla ventesima edizione del Cairo International Film Festival for Children. La motivazione del premio recita: "Il giovane regista del film mette in scena la memoria dell’infanzia in una chiave di assoluta, personale sensibilità poetica". E’ la storia di Simone, un bambino di dieci anni costretto a trascorrere una noiosa estate in casa, sotto il controllo del padre (Francesco Pannofino), mentre fuori tira il dolce vento dell’avventura. Finchè dalla città arriva Lorenza, tredici anni, misteriosi occhi verdi. Per Simone diventa una questione di vita o di morte: evadere e scappare con lei nel suo regno fantastico. Lì, tra amici immaginari che parlano al contrario, giganti nani, gemelli a metà, i due andranno in cerca del re di quel serraglio incantato: l’Uomo Fiammifero, che arriva di notte ad accendere le luci e a indicare la via.

Il film, che vede protagonista l’attore Francesco Pannofino (Boris, Oggi Sposi, doppiatore di Mickey Rourke per Iron Man 2), è stato prodotto dal Cineforum di Teramo con ventimila euro, derivati dalla vendita delle tavole originali e del libro che contiene i disegni e gli acquerelli del protagonista, opera del regista stesso. Le prime due settimane di proiezione al Nuovo Cinema Aquila di Roma, in febbraio, hanno visto sbancato il botteghino, surclassando "rivali" come Promettilo di Emir Kusturica e spesso raddoppiando gli incassi di Up in the air, con George Clooney. I responsabili del Nuovo Cinema Aquila, sensibili da sempre alle produzioni italiane indipendenti, per queste ragioni hanno deciso di proiettare L’Uomo fiammifero per tutto il mese di marzo e fino all’8 aprile.

"Ci devi credere – sottolinea il regista Marco Chiarini da Il Cairo, citando il sottotitolo del film – nel progetto, nel film, nelle persone che lavorano con te, per poter pensare, realizzare e distribuire un film fieramente indipendente come il nostro. Un film che si avvale della Social Distribution come novità assoluta di distribuzione "dal basso"". Una capillare attenzione della stampa italiana – che ha definito il film "un miracolo italiano" e il regista Marco Chiarini "il Tim Burton italiano" – unita al passaparola del pubblico, stanno decretando al film un palpabile successo. Già presentato come Evento Speciale all’ultima edizione del Giffoni FF, l’opera prima del regista teramano, ex allievo del Centro Sperimentale di Cinematografia, ha già all’attivo il Primo Premio al Festival di Foggia. Tra i festival a cui ha partecipato e parteciperà il film: lo scorso 19 marzo al Fantasy Horror Award di Orvieto; il 25 marzo prossimo in concorso al BAFF – Busto Arsizio Film Festival e dal 16 al 25 aprile all’Italian Cinema London.

Link correlato: www.uomofiammifero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *