Roma, lunedì 2 maggio 2011 – Per il terzo anno di fila Roma ha ospitato dal 15 al 17 aprile Italia Beer Festival, manifestazione dedicata al meglio della birra artigianale nazionale. Si è svolta nei locali di Villa Piccolomini (via Aurelia Antica 164) che hanno ospitato produttori selezionati dall’Associazione Degustatori Birra (ADB). Questa associazione promuove la birra artigianale e di qualità e forma i futuri professionisti della degustazione. In Italia la birra artigianale è un prodotto “giovane”, tuttavia in forte ascesa. E’ stata sempre considerata come zona di secondo ordine per la produzione di malto, ma negli ultimi 15 anni, dislocate su tutto il territorio, sono nate più di trecento piccole realtà che producono birre particolari, ricercate e poco omologate rispetto ai prodotti della grande industria. Oggi la birra si è liberata dell’etichetta di parente “povera” e viene considerata e gustata alla pari “dell’aristocratico” vino. 

L’Associazione Degustatori Birra, dal settembre 2005, data della sua fondazione, ha ideato e organizzato una serie di iniziative quali manifestazioni fieristiche, corsi per formare degustatori professionisti, edizione di riviste specializzate, costituzione di marchi di qualità, concorsi e premi. La prima edizione dell’Italia Beer Festival si è svolta a Milano nel 2006 e poi si sono aggiunte Alessandria, Brescia, Bologna, Torino e Roma. L’ingresso alla manifestazione è gratuito per i soci ADB. Per i non soci il costo è di 8 euro comprensivo di una consumazione, porta bicchiere da collo e bicchiere serigrafato provvisto di tacche da 10 e 25 cl. La presenza visibile delle unità di misura ha aiutato così il visitatore a valutare le bevute, spingendolo alla moderazione: L’intenzione di questa manifestazione è quella di diffondere il bere consapevole e la cultura della degustazione anche e soprattutto tra i più giovani”, spiega Paolo Polli, presidente dell’Associazione Degustatori Birra. All’interno della manifestazione, organizzato sempre dall’ADB, ha avuto luogo anche il terzo Campionato Italiano Home Brewer. Domenica 17 aprile i partecipanti (chiunque di noi!) potevano presentare una sola produzione per un quantitativo di 1.5 lt. Il primo classificato ha ricevuto un buono acquisto per materiale da birrificazione di 100 Euro. Un’altra interessante iniziativa di una manifestazione che ogni anno fa registrare ottimi successi e grazie a cui vengono scoperti e promossi nuovi birrifici nostrani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *