Roma, mercoledì 21 dicembre 2011 – Sta riscuotendo un successo clamoroso “Lioness: Hidden Treausures”, ultimo album della cantautrice britannica Amy Winehouse, scomparsa 5 mesi fa per un abuso di alcol, a soli 27 anni. Il disco è stato  pubblicato il 5 dicembre dalla Island Records, la stessa etichetta discografica di “Frank”(suo album di debutto nel 2003) e del famosissimo “Back to black”(2006). Contiene 12 brani, tra cui registrazioni inedite, rivisitazioni di successi già esistenti e nuove composizioni dell’artista. Presenti diverse collaborazioni, come quelle con lo straordinario cantante statunitense Tony Bennett, il rapper Nas e Questlove (batterista dei “Roots”). Apre l’album, il singolo “Our day will come”, cover in versione reggae del gruppo americano anni 60 “Ruby & The Romantics”. Il pezzo è stato il primo estratto dall’album a metà novembre scorso. Un disco che nasce come  concentrato di sonorità soul, blues e jazz, dove non mancano le sfumature gospel. “Una raccolta di canzoni che meritava di essere ascoltata, una raccolta di canzoni che rappresentava una testimonianza opportuna della Amy artista e, in modo altrettanto importante, della Amy amica–  così, i produttori Salaam Reni e Mark Ronson, spiegano la decisione di pubblicare un album postumo alla morte della cantante. 

Se l’album non fosse stato all’altezza di “Frank” e “Back to black”, niente sarebbe stato pubblicato dopo la sua morte. Se il disco non fosse stato buono, non avremmo dato il permesso”– aggiunge Mitch Winehouse, padre dell’artista.  Nella prima settimana di vendite sono state acquistate più di 190.000 copie, 70.000 nelle sole 24 ore dopo la pubblicazione. E’ il  quarto debutto migliore del 2011 ( dopo Lady Gaga, “Coldplay” e Adele). Gran parte del ricavato sarà devoluto alla “Amy Winehouse Foundation”, ente istituito dalla famiglia Winehouse per aiutare i giovani con problemi legati alle dipendenze. L’immagine di copertina è uno scatto fotografico del rocker canadese Bryan Adams, molto amico di Amy, che da tempo ha intrapreso la carriera di fotografo. “Lioness: Hidden Treausures” è senza ombra di dubbio una compilation di rarità, ma anche un modo per scoprire i “segreti nascosti” di una “leonessa” della musica mondiale. Un tributo ad una delle voci più talentuose e premiate degli ultimi anni (cinque Grammy Awards nel 2007 per il solo “Back to black”).

Libera Cosmai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *