Finisce con la vittoria esterna del Milan e il pareggio interno della Juve la doppia sfida di Champions League tra Italia e Francia. Una doppietta di Pippo Inzaghi affonda il Marsiglia di Deschamps, mentre i bianconeri subiscono il gol su calcio piazzato nel loro momento migliore

di Massimiliano Bianconcini
redazione@lacittàmetropolitana.it

Roma, martedì 14 settembre 2009 – Due guizzi di Inzaghi rilanciano il Milan in Europa e danno tranquillità a Leonardo. L’allenatore rossonero mette in campo una squadra più accorta e lascia in panchina Ronaldinho. In difesa svettano le prestazioni di Thiago Silva e Nesta. Il centrale italiano, ormai completamente recuperato può tornare utile anche in chiave azzurra. Seedorf nella veste di rifinitore avanzato sembra a suo agio. Sono suoi i due assist per Inzaghi. Un Milan compatto e chiuso trova il gol del vantaggio e poi soffre le folate del Marsiglia. Gioca di rimessa, subisce la veemenza dei francesi. Colpisce e affonda la squadra di Deschamps nel momento di maggiore difficoltà con la solita rete di super Pippo, autore di una gara strepitosa a 36 anni. Il Marsiglia non gioca male, spinge sulle fasce, crea tante occasioni, mette in apprensione difesa e centrocampo milanisti. Segna all’inizio della ripresa con Heinze e sembra mettere il Milan alle corde. Invece i rossoneri trovano la rete e portano via tre punti utilissimi. Il Real Madrid di Ronaldo travolge lo Zurigo per 5-2 e insieme ai rossoneri  sono in testa alla classifica del girone.

L’altra italiana in Champions, la Juventus, pareggia a Torino con il Bordeaux di Laurent Blanc, che quest’estate aveva rifiutato la panchina bianconera. Nel complesso i francesi sono apparsi solidi, ben schierati in campo, con un Gourcouff sontuoso e un centrocampo molto stretto. La Juventus però ha dato l’ennesima dimostrazione di forza e compattezza. Al gol di Iaquinta, lanciato a rete da un passaggio filtrante di Cannavaro, pareggia in maniera dubbia sul filo del fuorigioco Plasil. Gigi Buffon con tre strepitose parate, due nel primo tempo e una impossibile nella ripresa, quando la coppia centrale Caceres- Legrottaglie si scioglie sull’attacco dei francesi, si conferma il migliore portiere al mondo. La squadra di Ferrara ha prodotto tante azioni pericolose, tra cui una traversa di Marchisio nel finale. Resta il rammarico di subire la rete del pareggio, su calcio piazzato, nel suo momento migliore, quando il Bordeaux sembrava ormai ripiegato sulla difensiva. Un pari che va stretto ai bianconeri, che non hanno potuto schierare la squadra tipo e non sono stati aiutati dal campo, reso pesante dalla pioggia. Cannavaro e Tiago escono per infortunio e si vanno ad aggiungere ai vari Sissoko, Diego, Del Piero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *