Sempre più numerosi i siti on line dove trovare informazioni e consigli in tema di salute

di Massimo Silvi
msilvi@lacittametropolitana.it

Roma, lunedì 10 novembre 2008 – Oltre il 70% dei navigatori cerca in internet informazioni in tema di salute. Il motivo del successo dei siti che trattano di questi argomenti è nella quasi immediatezza delle risposte, tanto da far prevedere in futuro una crescita continua dei forum on line. E i numeri confermano il trend: secondo lo studio MetroNet, condotto negli Usa su un campione di 1.000 persone, il 74% di chi ha un accesso alla rete la utilizza per questo tipo di ricerche. Un fenomeno che in Italia presenta però percentuali molto più basse, «a causa della minore diffusione delle tecnologie e di una copertura della banda larga ancora al 40-50% della popolazione», spiega Giuseppe Riva, docente di Psicologia dei nuovi media alla Cattolica di Milano. Chi frequenta i siti medici solitamente è giovane e ha un buon grado d’istruzione. «Gli utenti di questi forum sono mediamente esperti, ma la tendenza è tracciata. In futuro – aggiunge Riva – il rapporto medico-paziente sarà sempre più virtuale».

Sono ancora molti i dottori che guardano con diffidenza all’informazione sulla salute on line, affermando che è ancora scarsa la sostanza scientifica, ma sempre più medici guardano di buon occhio il fatto che molti si rivolgono ad un forum, perché scrivere delle proprie malattie e delle paure fa bene, consente di aprirsi. A confermarlo c’è uno studio pubblicato sul Journal of Medicine and Internet Research, che sottolinea come sia positivo parlare dei propri problemi di salute con altri in grado di capire quello che si sta provando. In molti mettono on line le proprie esperienze e riflessioni, annotando la progressione della malattia, i farmaci che si prendono, i sintomi e quanto possa essere utile agli altri. Perché chi entra in un forum cerca qualcuno che li comprenda, con cui condividere la sua esperienza nella malattia, che sappia rispondere a domande anche a carattere generale ma che diventano essenziali nella gestione giornaliera di una patologia. L’importante però è che in questi forum ci sia un moderatore, un medico, che sappia gestire questa eterogenea massa di informazioni e testimonianze. Non dimentichiamo infatti la natura di internet, dove molti contenuti vanno verificati: il 90% degli intervistati nello studio condotto dalla MetroNet, dichiara di voler verificare le informazioni trovate in rete. Ecco perché occorre scegliere forum trasparenti, dove sono ben chiare e definite le generalità di chi risponde, i siti delle società scientifiche e delle associazioni che offrono il servizio l’esperto risponde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *