Il teatro Sant'Andrea
Dal 23 gennaio al 24 aprile ritorna la rassegna a cura della Compagnia Sacchi di Sabbia, Santandrea Teatro e Fondazione Teatro di Pisa. Inaugurazione con il reading-concerto di uno dei più grandi fumettisti dell’attuale panorama internazionale
 
 

Il teatro Sant'Andreadi Lilly Amato 

lamato@lacittametropolitana.it 

Pisa, sabato 17 gennaio 2009 – Ricomincia al teatro Sant’Andrea venerdì 23 prossimo l’edizione 2009 della rassegna "Conflitti – Frammenti per un teatro necessario". Un’edizione sofferta a causa del taglio totale del contributo. Nove gli appuntamenti in tre mesi, tra presentazioni di libri, letture accompagnate da musica ed aperitivi, rappresentazioni. La rassegna comprende Passione di Primavera, progetto realizzato con "Sipario aperto – Circuito provinciale dei piccoli teatri", con gli ultimi tre incontri fino al 24 aprile.
 
Ad inaugurare sarà uno dei più grandi autori del fumetto internazionale, Gianni Pacinotti, in arte Gipi . Dopo i risultati dei libri precedenti, premiati con riconoscimenti internazionali e pubblicati in numerosi paesi con enorme successo di pubblico, Gipi torna con un nuovo libro a fumetti, pubblicato lo scorso novembre, dal titolo "LMVDM La mia vita disegnata male", inframezzato da una storia di pirati, raffigurata su meravigliose tavole a colori. Un racconto tra dramma e comicità, ironico, a tratti esilarante, fra adolescenza difficile, provincia, usi e abusi di sostanze, viaggi reali e metaforici. La straordinaria opera è stata anche presentata alle Invasioni Barbariche, trasmissione condotta da Daria Bignardi. Un Gipi in forma come non mai, l’ennesima conferma del talento di uno dei fumettisti più apprezzati di sempre. La serata prevede l’accompagnamento musicale di Luca Giovacchini alla chitarra e Paolo "Peewee" Durante alle tastiere.
 
L’atto autobiografico di "LMVDM" non è semplice; nel procedere a spirale del racconto, rileva tutta la fatica dell’autore posto dinanzi a sé, il quale riesce a trovare una chiave di lettura positiva della propria esistenza e la offre così al lettore. Un lavoro in cui la spontaneità gioca un ruolo decisivo. In ogni parola e tratto, c’è una verità anzitutto psicologica. Gipi racconta con estrema naturalezza quello che prova e crede della sua vita. Il risultato è strettamente legato ad alcune scelte stilistiche chiare, dichiarate persino nel titolo: disegnare male la propria vita appare come un avvertimento al lettore, una dichiarazione di intenti. Gianni "Gipi" Pacinotti, pisano, 45 anni, dal 1992 realizza racconti illustrati e storie a fumetti ed è autore dei testi. Tra i suoi successi: l’antologia "Esterno Notte", Premio Micheluzzi al Napoli Comicon e Gran Premio Romics 2004; "Appunti per una storia di guerra", che ha letteralmente conquistato il pubblico francese e americano, Premio Goscinny e Gran Premio della Fiera del Fumetto di Angoulme nel 2006, nonché nomination per il Festival di San Diego 2008.
 
Nel 2005 è uscito in contemporanea in Italia e Francia il romanzo a fumetti "Questa è la stanza", di recente pubblicato anche negli Stati Uniti e premiato per il miglior disegno al Festival Comicon di Napoli 2006. Il suo ultimo lavoro ha vinto i premi della critica come miglior libro straniero al Festival di Barcellona 2008. Illustratore per la Repubblica, dal 2006 Gipi è collaboratore fisso della rivista Internazionale, per cui pubblica una seguita striscia satirica settimanale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *