La rassegna, curata dall’associazione Le Sirene, si sposta in Provincia di Roma e presenta gli scatti di giovani fotografi sul tema della migrazione. Accompagna l’esposizione una lettura di alcune delle più intense voci femminili sulla condizione dello sradicamento

di Massimiliano Bianconcini
redazione@lacittametropolitana.it

Cerveteri, sabato 18 luglio 2009 – Un nuovo intenso e poetico appuntamento di Dialog Festival, rassegna di cultura e arti visive, è quello che attende i visitatori domenica 19 luglio a Cerveteri, splendido comune del litorale laziale. Infatti, alle 18 nella Case Grifoni, sita in Piazza Santa Maria 6, si inaugura la mostra fotografica “Il dialogo interculturale”, a cura di Emiliano Bartolucci ed Antonia Colasante. L’esposizione prevede 42 scatti fotografici provenienti da un concorso gratuito rivolto a giovani autori, sul complesso tema dei migranti, approfondendo gli aspetti della sofferenza, della partecipazione o della realtà quotidiana. Gli scatti documentano una realtà culturale in movimento, che si caratterizza per lo scambio di esperienze nei campi dell’arte, della musica, della letteratura, dello sport.

Dopo gli spettacoli messi in scena a Roma e Ostia, nel Municipio XIII, dunque la quarta edizione del Dialog Festival arriva nel Comune di Cerveteri e, attraverso lo strumento fotografico e la suggestione poetica, racconta la società multiculturale in cui viviamo. A seguire il reading poetico dal titolo Sotto un cielo straniero, a cura del regista e attore Giovanni Greco, che leggerà alcuni dei più belli testi di poetesse migranti, o esiliate o che hanno affrontato il tema dello dello strappo, lo sradicamento forzato dalla propria terra di origine, tema che genera una poesia autobiografica ma che narra spesso drammi di intere popolazioni. Come Bachmann, Szymborska, Bre, Anedda, Dickinson, Achmatova, Paley. Per informazioni: associazione Le Sirene: 339.4984669.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *