Dal 19 al 26 luglio la 3 edizione del Festival jazz nel borgo medioevale di Fara Sabina. Grandi interpreti internazionali e un percorso nell’enogastronomia di qualità attendono i visitatori

di Francesca Di Lello
redazione@lacittametropolitana.it

Roma, venerdì 10 luglio 2009 – Torna, dopo il grande successo delle passate edizioni, il Fara Music Festival e il Fara Music Summer School. La rassegna jazz che in poco tempo è divenuta una realtà nazionale tra i festival di musica Jazz. Con una splendida novità. Infatti da giugno è presente in tutti i negozi di dischi il doppio cd Fara Music Festival Live, che raccoglie i migliori brani dell’edizione dello scorso anno e grandissimi rappresentanti del jazz come Roberto Gatto, Ivan Segreto, Gegè Telesforo. La nuova kermesse partirà il 19 luglio con l’anteprima alla Centrale Enel di Farfa, per poi proseguire a Fara Sabina dal 20 al 26. Otto grandissime serate in cui si alterneranno sul palcoscenico i più grandi del jazz internazionale: Tuck & Patti, Enrico Rava, Danilo Rea, Fabrizio Bosso, Maurizio Giammarco e molti altri ancora. Numerose le novità rispetto agli anni precedenti. Tra queste la prima edizione del Premio Fara Music Jazz Live, concorso nel quale giovani formazioni del jazz europeo si contenderanno la pubblicazione di un disco, distribuito in Italia da RaiTrade, e le Degustazioni enogastronomiche all’interno del Fara Music Space.

Saranno presenti con i loro prodotti tre aziende pluri premiate a livello regionale e nazionale. L’azienda Casale del Giglio, che presiederà con i propri sommelier, classificatasi nel 2008 con il Mater Matuta come il miglior vino laziale secondo le principali guide enologiche. La Birra del Borgo di Borgorose (Birra Italiana Artigianale), medaglia d’oro alla Reale Extra al Mondial De La Biere 2009 di Montreal. Il caseificio Agri In, primo classificato nel Premio Roma 2008 (Sezione Roma) con il marzolino e la ricotta, miglior formaggio della provincia di Roma, e nel Premio Roma 2009 (Sezione Lazio) con la ricotta e tipologia pecorini e canestrati.

L’Associazione Nazionale “Arti e Mestieri” manuali creativi in strada sarà presente con numerose postazioni espositive con laboratori dimostrativi all’interno delle vie che portano alla piazza dei concerti. Vi saranno installazioni d’arte moderna, scenografie virtuali sulle facciate dei palazzi storici, sperimentazioni e ricerca attraverso le nuove tecnologie, performance e prodotti multimediali, usando strumenti multiformi con L’Aesop Studio e Teatro Potlach. Confermati inoltre, dopo il successo dello scorso anno, la mostra fotografica sul jazz lungo le vie del borgo con i fotografi Fabrizio Farese e Valentino Griscioli. L’illuminazione scenica delle vie del borgo e le innumerevoli installazioni con lo storico gruppo di Arterie. Lo stand gastronomico con i migliori prodotti locali, gestito dal Centro Polivalente Sabina. Insomma otto giorni esplosivi con i più grandi jazzisti internazionali, con le migliori aziende enogastronomiche, in cui cultura, turismo e spettacolo si fondono nel miglior modo! Info:  www.faramusic.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *