di Andrea Lanzillotto
redazione@lacittametropolitana.it

Perugia, venerdì 23 gennaio 2009 – Un evento unico per il suo genere: Superbadevent, una serata all’insegna del soul, del funk e dell’hip hop. Il progetto vede come principali protagonisti i ragazzi della trasmissione web radio “Belli come il soul”, trasmessa dal portale universitario www.radiophonica.com, dedicata alle persone amanti delle sonorità black, dei vinili e della musica come forma di comunicazione. Loro sono: Francesco Sportolari regista, al microfono Ivano Molinaro, Andrea Lanzilotto e Francesco Fiorucci, proprio da quest’ultimo nasce l’idea un paio di anni fa di un evento funk denominato Superbad che vide la partecipazione di numerose persone e da qui la voglia di riproporlo e coinvolgere la trasmissione radio nata alla fine del 2007.

Questa edizione vanterà la presenza di artisti di fama nazionale del mondo hip hop, nomi come Kaos One e Deda sono per la scena umbra delle vere e proprie novità, protagonisti del movimento sin dagli anni ’80, hanno divulgato in Italia le sonorità care agli Stati Uniti, adattandole alla nostra lingua e ai nostri costumi. Da Roma arriverà Danno, componente del conosciuto trio Colle Der Fomento, portavoce del fenomeno vicino alle posse degli anni ’90 e dei malesseri della metropoli; sempre dalla capitale, ma con origini avellinesi, il più giovane delle voci presenti alla serata: Ghemon, un’artista con uno spessore umano e  musicale di altissimo livello, autore di testi profondi che portano a riflettere sugli umori e i sentimenti di un’intera generazione.

Da Bologna invece arriverà con la sua energia positiva uno dei selezionatori  più originali del panorama black italiano: Mad Kid, un funambolo della consolle, dove ama combinare, stravolgere e mixare reggae, soul e hip hop. Non poteva certo mancare una proposta locale e infatti l’avvio dei live è stato affidato a una nuova formazione: la Beeg Beat Band, sedici elementi confluiti da due realtà musicali differenti che interpretano successi jazz e funk in chiave big band, quindi con un uso spiccato dei fiati accompagnati però da ottime voci. Il progetto è stato sviluppato con la volontà di dar vita non solo a un incontro fra artisti, ma soprattutto fra individui legati dalla stessa passione, che possano comunicare qualcosa di positivo al pubblico, in un periodo dove l’unione e la coesione sono fattori rari da trovare. L’appuntamento quindi è a Perugia il 23 gennaio presso il Lido Village di Ponte San Giovanni, per maggiori informazioni si può consultare il sito www.superbadevent.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *