L’intensa pièce teatrale di Laura Masielli, "Tacchetti Rossi. Scena di uno stupro", giocata tra noir e surreale lirismo, indaga sulla violenza delle donne, una delle più efferate piaghe metropolitane 

di Massimiliano Bianconcini
redazione@lacittametropolitana.it

Roma, giovedì 11 giugno 2009 – Torna il teatro sociale di Laura Masielli con un nuovo toccante spettacolo, che mette in scena una delle piaghe non ancora risolte della nostra società. Tacchetti rossi. Scena di uno stupro è il titolo della pièce che andrà in scena venerdì 12 giugno 2009 alle ore 21 al piccolo teatro “Il Quarticciolo” di Roma, uno spazio magnificamente ristrutturato nel cuore dell’omonimo quartiere Quarticciolo, uno dei più popolari della Capitale. In scena Tiziana Giletto e Nadia Perciabosco. Musica dal vivo del Quintetto d’archi composto da Elvin Dhimitri, primo violino dell’ Orchestra Filarmonica di Tirana, Roberta Mammucari, Ilia Kanani, Valentino Ferraro e Doriano Roccon. 

Come mette in evidenza il titolo, è la storia di uno stupro, la storia di un corpo violato e maltrattato e quella della sua anima, che assiste impotente alla violenza. L’autrice ancora una volta mostra in tutta la sua concretezza e trasparenza un triste spaccato della nostra realtà sociale: la violenza verso la donna. Un tema che quasi quotidianamente riappare tra le cronache dei giornali. La Masielli mette lo spettatore davanti ad un’esperienza forte e amara, ma che allo stesso tempo viene stemperata dalla sua grande capacità di creare atmosfere surreali, caratteristica privilegiata dei suoi racconti. Il crudo e l’amaro non vengono mai mostrati nella loro efferatezza, ma riassorbiti nel racconto teatrale che consente di operare il necessario distacco e approfondimento etico. Tacchetti rossi è una storia dalle tinte forti in cui però si mescolano con sapienza la leggerezza delle riflessioni e dove la forza d’animo femminile emerge in tutta la sua grandezza.

Laura Masielli è autrice di due libri: “Nero ma non troppo. Il fenomeno della mendicità infantile” (Editore Armando 2007)  e “Tintillo, ovvero l’arte di non possedere nulla” (Editore Armando 2008) entrambi portati precedentemente in scena con grande successo. Nel 2008 realizza anche il fortunato spettacolo teatrale “La ballata della badante elettrica”, riproposto in varie sale tra cui il teatro “Quercia del Tasso” a Roma, e nel 2009 porta in scena l’esilarante rappresentazione “I miracoli della vedovella. Centro Anziani Catalani”.

TEATRO IL QUARTICCIOLO Via Ostuni, 8– Roma
Orario spettacolo ore 21,00 – www.teatrobibliotecaquarticciolo.it – tel. 06/45460705

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *